domenica 24 marzo 2013

spray sanitari eco - home made toilet detergent

Ecco la mia ricetta per la detersione dei sanitarigli ingredienti sono economici e sempre presenti  nelle nostre case
font image



1 tazzina di alcool
1 tazzina di aceto (rimuove il calcare)
1 cucchiaio di detersivo per i piatti (potete usare quello fatto in casa cliccando qui)
5 gocce di olio essenziale di tea-tra (disinfettante)
15 gocce di olio essenziale di lavanda
acqua

come contenitore utilizzate uno spruzzino vuoto

mischiare tutti gli ingredienti, poi aggiungere l'acqua q.b. per riempire il contenitore.
Utilizzare per pulire i sanitari



ENG.

Here a recipe for a cheap and home made detergent for the toilet

Ingredients:
1 little cup of vinegar


1 little cup of alcohol

a few squirts dish soap

5 drops of tea tree essential oil
15 drops of lavender essential oil

Pour vinegar, alcohol, essential oils  into a spray bottle. Add dish soap.  Shake gently.  Fill the bottle with water.




mercoledì 20 marzo 2013


I mille e fantastici volti del bicarbonato di sodio


ecco 10 utilizzi di questo prodotto amico ed economico

http://www.dietaebenessere.net/diete-benessere-donna/a-cosa-serve-il-bicarbonato.html

1. Dentifricio
Una volta alla settimana potete utilizzare il bicarbonato come coadiuvante per la pulizia dei denti. Immergete lo spazzolino nel bicarbonato, passatelo sotto l’acqua e utilizzatelo come se si trattasse di un normale dentifricio. Per rendere il sapore più gradevole, aggiungete poche gocce d’olio essenziale di menta.
2. Colluttorio
Sciogliete un cucchiaino di bicarbonato in mezzo bicchiere d’acqua. Utilizzate come un normale colluttorio. Vi aiuterà a sconfiggere l’alito cattivo neutralizzando gli odori.
3. Pulizia di dentiere e apparecchi
Sciogliete due cucchiaini di bicarbonato in una tazza d’acqua calda. Immergetevi l’apparecchio o la dentiera. Il bicarbonato aiuta a distaccare i rimasugli di cibo. Potete completare la pulizia con l’aiuto di uno spazzolino.
4. Scrub viso e corpo
Unendo tre parti di bicarbonato con una parte d’acqua potete ottenere un esfoliante da utilizzare per il viso o per il corpo. Massaggiate delicatamente sulla pelle con movimenti circolari e poi risciacquate con acqua tiepida.
5. Deodorante
Il bicarbonato può  essere utilizzato puro come deodorante fai-da-te per i piedi e le ascelle, applicandolo con le dita o con l’aiuto di un piumino da cipria. Per ottenere un deodorante liquido, sciogliete due cucchiaini di bicarbonato in un bicchiere d’acqua, lasciate riposare per 24 ore e trasferite il tutto in un contenitore spray, magari riciclando la confezione di un vecchio deodorante.
6. Digestivo antiacido
Per aiutare la digestione ed eliminare l’acidità di stomaco, si consiglia di sciogliere un cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere d’acqua a cui avrete aggiunto il succo di mezzo limone. Si ottiene così un antiacido che aiuta a digerire ed evitare gonfiori.
7. Pulizia delle mani
Per neutralizzare sporco e cattivi odori, sfregate sulle mani il composto ottenuto mescolando tre parti di bicarbonato con una parte d’acqua. Potete aggiungere un cucchiaino di bicarbonato alla quantità di sapone liquido che utilizzate abitualmente per ottenere un’azione antiodore ancora più efficace.
8. Shampoo
Aggiungete alla quantità  di shampoo che utilizzate abitualmente un cucchiaino di bicarbonato e amalgamate bene. I vostri capelli risulteranno morbidi e puliti poiché il bicarbonato avrà eliminato ogni residuo di calcare o lasciato dai prodotti di styling.
9. Bagno
Se volete ottenere una pelle morbida e vellutata, aggiungete all’acqua della vasca mezza tazza di bicarbonato e rimarrete stupiti dell’effetto emolliente ottenuto.
10. Pediluvio
Sciogliete in un catino d’acqua calda due cucchiai di bicarbonato e immergetevi i piedi per un pediluvio rilassante. Unendo un pochino d’acqua ad un cucchiaio di bicarbonato potete ottenere una pasta da strofinare su talloni e zone ruvide per ammorbidirle.

fonte:  http://www.greenme.it/consumare/detergenza/4863-bicarbonato-di-sodio-usi

martedì 19 marzo 2013

Raffaele Morelli . guarire senza medicine

vi lascio un interessante link a questo articolo apparso su donna moderna il 23 novembre 2012

domenica 17 marzo 2013

ammorbidente naturale all'acido citrico - home made fabric softener





  • ingredienti: 
  • 500 millilitri di acqua demineralizzata
  • 50 grammi di acido citrico





preparazione:
Con l'aiuto di un imbuto versate all'interno di una bottiglietta da mezzo litro l'acqua demineralizzata ed aggiungetevi subito dopo l'acido citrico. Chiudete bene la bottiglia con il proprio tappo ed agitate finché l'acido citrico non si sarà sciolto. Ricordatevi inoltre di agitare ogni volta prima dell'utilizzo.  Utilizzatene 50 millilitri per ogni lavaggio a pieno carico, versandolo nella vaschetta per la lavatrice destinata all'ammorbidente. Nello stesso momento potrete anche addizionarlo con oli essenziali a piacere per profumare il bucato.

fonte: www.greenme.it


eng.

1/10 (50 grams) of citric acid 
10/10 (500 ml) of water

Put the ingredients into a bottle and close it, than mix and whip the ingredients.
Always whip before using it.

mercoledì 13 marzo 2013

che cosa dobbiamo mangiare x stare bene?


n'elevata percentuale di tumori e malattie croniche gravi dipendono da ciò che mettiamo in tavola.
La prevenzione comincia dal piatto e dallo stile di vita.
Il benessere è quindi, in buona parte, una questione di scelte. 

Ci chiedete spesso: "quali sono gli alimenti che dobbiamo evitare?" Non abbiamo risposte assolute, una di quelle che ci piace maggiormente è quella del professor Franco Berrino, Direttore del Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell’Istituto Nazionale Tumori:


"Leggi le etichette e se c’è un ingrediente che non conosci non comprarlo. E se tu lo conosci ma la tua bisnonna no, non comprarlo ugualmente." 

giovedì 7 marzo 2013

condividere il cibo


DOPO L’AUTO ELETTRICA E LA BICICLETTA PER I TRASPORTI ARRIVA ANCHE LA CONDIVISIONE DEL CIBO
E’ il foodsharing, ma invece di nascere in Italia, patria del buon cibo, nasce in Germania. L’auspicio è che il nostro paese segua a ruota.La cosa sta prendendo piede in Germania per iniziativa di Valentin Thum e Stefan Kreutzberg, due persone che hanno deciso di dire no allo spreco di cibo. Dall’idea sono passati subito al progetto concreto attraverso un sito che ha il compito di gestire operativamente lo scambio di cibo. Da una recente indagine, è emerso che in Germania 1 panino su 5 finirebbe nell’immondizia assieme a molti altri avanzi di cibo che in totale porterebbe nelle discariche 500.000 tonnellate di cibo all’anno.

mercoledì 6 marzo 2013

Psicofarmaci ai bambini: cresce esponenzialmente il consumo


Troppi psicofarmaci ai bambini. Il problema non riguarda solo l'America
Un accurato studio dell’autorevole rivista scientifica “Pediatrics”(1)  aveva recentemente confermato la crescita inarrestabile in tutto lo scorso decennio delle vendite di psicofarmaci per bambini in USA: dagli inizi degli anni 2000 al 2010, i numeri confermano un + 46% d’incremento di prescrizioni, e quindi del giro d’affari miliardario – in dollari – generato a favore delle case farmaceutiche produttrici.
Un problema tutto americano, come a più riprese dichiarato da alcuni sedicenti esperti? Invece le recentissime statistiche sulle prescrizioni di psicofarmaci ai minori nella vicinissima Germania generano allarme anche nel nostro paese: 750.000 bambini tedeschi nel 2011 avrebbero avuto la diagnosi di ADHD (Sindrome da Iperattività e Deficit di Disattenzione), la malattia dei "Gianburrasca”, sempre distratti e in incontenibile movimento. In Germania, i bambini "iperattivi" sono prevalentemente maschi (620.000) con maggior diffusione intorno al 10° anno di età.

domenica 3 marzo 2013

i mali della medicina ufficiale


Sono un chirurgo ortopedico con circa vent'anni di professione (quindici in ospedale), svolti nella continua ricerca di terapie efficaci. Ho passato parecchio del mio tempo allo studio sulle strategie terapeutiche e dei nuovi farmaci, a volte provandoli su me stesso per saggiarne l'efficacia....
Ho raggiunto degli obiettivi di rilievo, sapendo, alla fine, di poter ottenere ciò che volevo. Ma la conquista più importante ottenuta è l'aver capito che la "medicina ufficiale" è falsa ed è solo strumento di potere delle Multinazionali della Salute.
Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori" che hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto.
Da molto tempo mettevo in discussione la "medicina ufficiale" in quanto incapace di curare le malattie, al massimo poteva lenire i sintomi apparenti spostandoli su altri organi. Ed è proprio su questo equivoco che si basa tutta la piramide della "medicina della malattia". Se la malattia "A" ha come sintomi - x, y, z - , sopprimendoli si ritiene che il paziente sia guarito. Non interessa che, come conseguenza, si sia sviluppata la malattia "B" con i sintomi - j, k, w - in quanto avremo il farmaco per bloccare anche questi ultimi, e così via. Non si capisce, o non si vuole capire, che la malattia "B" è solo l'espressione del blocco della malattia "A", cioè di un meccanismo di difesa dell'organismo che cerca una nuova via per disintossicarsi. In definitiva, come dice Tilden, le malattie non sono altro che sintomi di un'unica malattia: la tossiemia.